Grande passo verso la sicurezza nel Comune di Tavernole Sul Mella

Procedono i lavori con gli interventi previsti per il progetto di messa in sicurezza delle strutture e infrastrutture comunali nel Comune di Tavernole sul Mella, località Fucine. L’area oggetto di intervento è rappresentata da un piccolo agglomerato di edifici produttivi datati e dismessi da tempo, a cavallo del Torrente Marmentina.

Il complesso è costituito da due grandi capannoni industriali, le ex-fucine, a cui si affianca una struttura a due piani e una grande pensilina metallica sotto la quale era posizionata la vecchia pesa.

Nel 2019 sono stati eseguiti interventi di messa in sicurezza del territorio con interventi di difesa del suolo e regimazione idraulica, opere che hanno interessato parte dell’alveo e uno degli edifici esistenti.

Il lotto di interventi attuale prevede la realizzazione delle opere necessarie per la messa in sicurezza degli edifici e delle sponde dell’alveo fluviale danneggiati nel tempo dalle infiltrazioni d’acqua esistenti e dall’azione erosiva del fiume.

Problematiche e priorità

  • Il progetto ha tenuto conto dello stato attuale delle strutture e dei problemi di umidità riscontrati e dovuti a infiltrazioni d’acqua negli stessi.
  • Le strutture verticali presentano un degradamento con iniziale stato di corrosione a causa della pessima esposizione solare e della vicinanza del fiume che causa umidità.
  • Il muro insistente ai piedi del capannone in lato sud, che si trova direttamente sulla porzione intubata del Torrente Marmentina, è inoltre soggetto ad erosione della struttura fondazionale, con serio rischio di cedimenti di tutta la struttura soprastante.

Lo stato precedente ai lavori

Render dello studio di fattibilità: ipotesi della destinazione finale da realizzare a seguito dei rinforzi strutturali in appalto oggi

Finalità e risultati

Con l’intervento in progetto si provvederà a mettere in sicurezza l’alveo fluviale rinforzando la fondazione scavata dall’azione dell’acqua e si provvederà inoltre a rinnovare e mantenere tutti gli elementi necessari al convogliamento delle acque meteoriche, saranno infatti sostituiti dove necessario gli elementi di lattoneria e le guaine di copertura dei capannoni. Verranno inoltre realizzate delle opere di primo consolidamento delle strutture degli edifici e della soletta sovrastante il torrente.

Le destinazioni d’uso dei locali esistenti al momento resteranno inalterate, ma grazie alla manutenzione e messa in sicurezza di tutte le aree, sarà possibile migliorare una situazione di pericolosità, lasciando spazio anche a futuri interventi di maggiore entità volti al totale recupero dell’area.

Render dello studio di fattibilità: ipotesi della destinazione finale da realizzare a seguito dei rinforzi strutturali in appalto oggi

Gli interventi

  • Consolidamento della parete spondale del Torrente Marmentina con sottomurazioni e opere di difesa spondale a protezione del manufatto
  • Consolidamento intradossale della soletta esistente con pulizia dei ferri arrugginiti, trattamento con prodotti protettivi e rifacimento copriferro con calcestruzzo ad alta aderenza di ripristino
  • Consolidamento muri esistenti con pulizia dei ferri arrugginiti, trattamento con prodotti protettivi e rifacimento con intonaco risanante
  • Verifica e rifacimento guaina bituminosa in copertura e sostituzione lattonerie
  • Verifica e rifacimento lucernari
  • Verifica e scrostatura muri e realizzazione intonaco armato su muri, travetti e solai
  • Ripristini archi prefabbricati di copertura in cls con verifica e sistemazione tiranti esistenti
  • Realizzazione contropareti

Render dello studio di fattibilità: ipotesi della destinazione finale da realizzare a seguito dei rinforzi strutturali in appalto oggi

Dopo le prime fasi di lavori di pulizia e messa in sicurezza delle strutture, l’ex spazio industriale che ne risulta evidenzia le potenzialità di riconversione ricreativa di questo spazio pubblico. La conclusione dei lavori è prevista entro il 31/03/2026. Sulla destinazione finale dell’immobile il Comune ha già acquisito un progetto di fattibilità elaborato da Sevat e dallo studio di architettura Botticini & Facchinelli ARW che prevede una molteplicità di funzioni ricettive e ricreative. L’attuale disponibilità economica non consente di finire l’edificio come mostrano i render di progetto, ma almeno ne garantiranno il consolidamento e la durata, fino alla prossima disponibilità di risorse utili.

Prima e dopo gli interventi

Finanziamento complessivo di questo lotto: 650.000 euro + 65.000 euro + 200.000 euro

Committente: Comune di Tavernole sul Mella

RUP del Comune di Tavernole Sul Mella: Arch. Nadia Tommasi

RUP Sevat: Arch. Fabrizio Veronesi

Coordinatore progettazione: Arch. Fabrizio Veronesi

Responsabile di commessa: Geom. Valeria De Giglio

Progettista e direttore lavori: Studio di Ingegneria Civile e Industriale: Ing. Arnaldo Cavadini e Ing. Giacomo Cavadini

Coordinamento Sicurezza: Ing. Matteo Manenti

Le risorse di questa parte di intervento derivano dall’accorpamento gestionale delle seguenti opportunità di finanziamento acquisite dal Comune:

1) Decreto 23 Febbraio 2021 (Tematica PNRR Missione 2: rivoluzione verde e transizione ecologica; Componente c4: tutela del territorio e della risorsa idrica; Investimento 2.2: interventi per la resilienza, la valorizzazione del territorio e l’efficienza energetica dei comuni) – € 650.000,00

2)  DPCM 28 Luglio 2022 e Comunicato del Ministero 10-10-2022 (Tematica PNRR Missione 2: rivoluzione verde e transizione ecologica; Componente c4: tutela del territorio e della risorsa idrica; Investimento 2.2: interventi per la resilienza, la valorizzazione del territorio e l’efficienza energetica dei comuni) – € 65.000,00

3) Decreto 18 Luglio 2022 (Tematica PNRR Missione 2: rivoluzione verde e transizione ecologica; Componente c4: tutela del territorio e della risorsa idrica; Investimento 2.1: Misure per la gestione del rischio di alluvione e per la riduzione del rischio idrogeologico) – € 200.000,00